,

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

mercoledì 23 settembre 2015

Raccogliamo milioni di firme contro le olimpiadi a Roma

Raccogliamo milioni di firme contro le olimpiadi a Roma

Innanzi tutto perché  un evento di queste proporzioni non dovrebbe mai essere fatto a Roma, dove la faciloneria amministrativa coniugata alla voracità dei palazzinari, anche se non ci fossero ( ma ci saranno di sicuro ) infiltrazioni mafiose, determinerebbe un collasso urbanistico epocale, che è già stato sfiorato  nel modesto e quasi virtuoso 1960 . Di tutte le manifestazioni internazionali le Olimpiadi sono oggi le più dispendiose, e a Roma possiamo essere certi che l’Italia del XXI secolo, forte delle collaudate esperienze del Mose e dell’Expo e di quelle non bene esplorate dei mondiali di nuoto, appunto a Roma, batterà il livello di sprechi e corruzione stabilito finora da Atene.
  Se proprio, contro ogni buon senso, vogliamo fare in Italia una seconda olimpiade (ma perché i più ricchi d’Europa, gli svizzeri,  non ne hanno mai fatta una? ) chiediamo al nostro MFE qual è la regione con minore evasione fiscale, e facciamola lì. Forse potrebbe essere il Friuli, la regione con la sanità più efficiente, l’unico caso in Italia in cui un grande terremoto non ha generato sprechi e ruberie  ma è stato la molla di un grande sviluppo economico e civile. Si potrebbe anzi candidare l’area per le prime olimpiadi europee, dividendo le gare con Austria , Slovenia e magari anche Croazia (Fiume). 

Ma più in generale, speriamo che qualcuno, uscendo dalla bolsa retorica d’occasione, e pensando invece ai tristi casi della Fifa, cominci a chiedersi come mai le grandi organizzazioni internazionali di sport, assistenza (e religione), sotto la nobiltà degli scopi sono centri di corruttela contro la quale nessun singolo stato ha il coraggio (e in certi casi la possibilità) di intervenire a fondo. E cominci a chiedersi come sono cooptati, da chi e perché i centri di comando di CIO, Fifa, Formula uno, motociclismo, e persino Croce rossa Internazionale : un bell'obiettivo per il giornalismo d’inchiesta.
Claudio Bellavita