,

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

domenica 23 novembre 2014

Per le vie de Milano si sentono battute del popolino sul "Coca Scola" (non Coca Cola) riferite a Sua Ecc. Eminenza Il Cardinale Scola per la comparsa tra le case dei Poveri. Ecco la nostra opinione.

La storia si ripete.
Sua Eccellenza il Cardinale Scola, imperante bello, possente, con le Sue ricche vesti e la berretta rossa, un uomo che mette soggezione sia per i Titoli che per le onorificenze, indica ai poveretti delle  periferie Milanesi la strada della salvezza...

Al popolino ha rivolto un invito, diretto , perentorio  alla non violenza, purtroppo diretto alla gente a quei poveretti violentati ,sfrattati, illusi, dicendo di "smettere e non cedere con la violenza".

Peccato che non abbia invitato il Potere alla non violenza!  

Già, ma come avrebbe potuto  dato che la programmazione delle costruzioni e amministrazione delle case Popolari, è avvenuta proprio tramite i più suoi devoti collaboratori?  Comunione e Liberazione e la Democrazia Cristiana  unici veri responsabili della attuale crisi hanno strutturato  nel passato  le case popolari, altro che incolpare gli architetti !.
Sarebbe bene ricordare che l’architettura esprime i concetti del committente,   ed utile ricordare , solo quale esempio, gli studi di architettura popolare  fatti a Berlino e dintorni all’epoca Nazista,  Poi, basta vedere l'architettura delle Chiese, delle Moschee e altri Tempi, per evitare di confondere la gente, che ne dica l’on. Crozza!
Ma è inutile, poiché la Chiesa nella sua millenaria ragione ha sempre ragione, si resta però stupiti e spaventati della sfacciataggine con cui il Potere della Chiesa affronta la manipolazione delle masse.
Infatti la comunicazione è stata uguale come in Sud America all’epoca della dittatura Fascista, la Chiesa appare vicino alla gente nel suo buonismo, ma alla fine la indica quale fonte  violenza, indica  il popolo che cerca di difendersi. Infatti ha chiesto agli sfrattati, alle persone buttate fuori alle case con la forza di non essere violenti, non lo ha chiesto al Potere che fa violenza! Uguale la Chiesa si è comportata con il Fascismo  in Italia che in Sud America.
Il Vaticano con il Potere si siede al tavolo e si affaccia al balcone con i Dittatori,  sostenendo di farlo sempre nell'interesse della povera gente!... 
Chissà a quanti Desparecidos avrebbero evitato  i tour panoramici sopra l’oceano senza ritorno, di migliaia di persone scomparse, anche perché candidamente indicati dalla stessa Chiesa come violenti, come i poveri delle case popolari Milanesi!
Non sempre la Chiesa si è comportata così danno  ragione al Potere al Governo, quando si è trovata in contrasto con filosofie concorrenziali  che lenivano gli i Suoi interessi  in concorrenza al prodotto del Vaticano, esempio in Polonia, hanno sponsorizzato  i fedeli al fine di manovrare e far cadere il Governo  Comunista .

Il Potere millenario del Vaticano è enorme anche se non appare, enorme tanto da far tramare e genuflettere uomini importati, Re,  Capi di Stato,  obbligandoli a non vedere, a negare le evidenze e  rinnegare la Scienza.  
Inoltre è ovvio che, chi è al Potere preferisca una condivisione con un Potere non flessibile e duraturo nel tempo  che abbia uno schema rigido,  riassicura  e conferma la loro probabile immortalità, almeno Storica.
Nulla di nuovo poiché è il dogma,  principio fondamentale della religione, posto alla base della dottrina, da considerarsi e credere per vero, quindi non soggetta  a discussione da chi si reputa seguace o fedele ( n.d.r. meglio  anche altri prima di finire male).   
Hanno  sempre fatto così con l’aiuto di dogmi apparentemente opposti da millenarie lotte quali l’Islàm,   in  duemila anni se avessero voluto avrebbero fatto un una ma 100 paci!
Solo che  sono la stessa medaglia di un “bene assoluto”  che fa soffrire la gente,  ma se non c’è dolore non c’è Paradiso, ne ricompense delle varie  bellissime fanciulle vergini.

Tutti nella nostra fragilità abbiamo bisogno di crede di avere qualche illusoria speranza, Qui ci fermiamo per rispetto di coloro che ingenuamente credono ancora in questi uomini superiori, che si permettono di parlare in nome e conto altrui.
Ma coloro che detengono il Potere sapranno fermarsi? No, perché non l’hanno mai fatto e non ne sono capaci!
La nostra fragilità la nostra paura non è verso essere/i supremo/i (vedi: Genesi-introduzione)  la nostra paura sono gli uomini dei Poteri  Religiosi, e i fatti lo dimostrano.

Nei fatti il Vaticano si presenterà prossimamente in Europa e riproporrà lo storico e collaudato schema del popolo cattivo che va guidato pregando il Potere di fare i buono, in quel contesto saremo tutti dei probabili da guidate, così il "Buon Pastore" si offrirà di farlo lasciando ai potenti la tranquillità dei loro privilegi e al popolo genuflettersi o le bastonate. 
I tempi sono cambiati l'era del Colonialismo che ha visto in Asia crollare sotto questo schema politico è recente, le popolazioni dovrebbero essersi sviluppate culturalmente, questo schema per il momento potrebbe essere superato, quali saranno le proposte il 25 prossimo quando su invito del Socialista Martin Schulz parlerà  davanti al Parlamento Europeo?. Certo è che al popolo il messaggio sarà chiaro, "Il Vaticano parla per voi, in nome di Dio, più di così cosa volete?" inoltre il successo è scontato sia dai nostri media che dalla posizione geopolitica Italiana in questo momento delicato.
L'Europa dovrà scegliere in modo maturo indipendente davanti agli occhi del mondo. vedremo.
Tucidide.