,

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

mercoledì 2 marzo 2011

5mila case Aler vuote


Nel pieno dello scandalo di Affittopoli, il Comune di Milano non ha alcuna vergogna a sgomberare le famiglie in emergenza. Continuano a giocare la loro campagna elettorale su una retorica che non regge più, quella degli "abusivi" che ci rubano le case, quella degli immigrati che ci rubano il lavoro: se non ci sono case popolari è perchè chi le gestisce le vende ai privati invece di assegnarle a chi è in attesa, se la disoccupazione cresce è per le leggi che hanno portato alla precarietà come modello diffuso di sfruttamento, se non ci sono diritti è perchè la cricca si è presa tutti i privilegi.

vol_case_mobasta.jpg
Gli abusivi sono loro, Berlusconi e la sua cricca! Negli elenchi pubblicati spiccano nomi ben noti (gli ultimi sono Zambetti, ass. regionale alla casa Lega Nord, la figlia di Dell'Utri e Prosperini). Occupano le case destinate ai bisognosi, ingrassano sui soldi pubblici, ci governano con leggi ad personam!
Chi seduto al governo si è rubato tutto a colpi di magna magna ci vuole togliere anche la dignità di vivere decentemente, e ride alle nostre spalle mentre ingrassa con i soldi pubblici. Affittopoli è l'ultimo scandalo che porta alla luce il volto della cricca: ladri, mafiosi, fascisti.
In merito a questo, i vertici si rimbalzano a vicenda le responsabilità, puntando il dito l'uno contro l'altro, in un giro nebbioso di amicizie parentele e affari loschi: dal PAT, al Comune, alla Regione...elemento comune è il PdL. Non importa se intanto oltre il 60% della popolazione non arriva a fine mese, non riesce a pagare l'affitto nemmeno nelle case popolari (lasciate totalmente nel degrado dalle istituzioni), e la disoccupazione continua a crescere: la cricca continua a sorridere, e godersi il patrimonio che ci ha rubato in questi anni a suon di festini privati.
Ci chiediamo se lorsignori pagano un affitto di 9mila euro all'anno qual è l'equo canone che spetta a un povero, a un precario, a uno studente.
Ci chiediamo con che faccia tosta chi ha distrutto leggi come quella sull'equo canone si è tenuto per sè belle e spaziose casette in centro, e crede di poterci governare ancora: casualmente i vertici del PAT e dell'Aler sono tutti in mano al PdL.
Ci chiediamo perchè se lorsignori ricconi pagano affitti da 40 euro al mese noi dovremmo pagare centinaia di euro per vivere nelle case d'amianto del comune.
Giocano sulle nostre tasche, sulla nostra salute, sulla nostra vita: e' arrivato il momento di cacciarli!
SGOMBERIAMO GLI ABUSIVI DELLA CRICCA, MANDIAMOLI TUTTI VIA!!!! QUE SE VAYAN TOD@S!!!
*per il blocco immediato degli sgomberi e degli sfratti (tranne quelli della cricca!)
*per l'abbassamento degli affitti adeguati ai redditi (in proporzione a quelli della cricca!)
*per una sanatoria immediata degli occupanti per necessità!
COMITATI OCCUPANTI PER NECESSITA' ///
> Comitato Abitanti San Siro
> Comitato i Fiori 6
> Comitato Abusivi Niguarda
> Comitato via Feltrinelli
> Comitato Gratosoglio
> GTA
> CIMP
> Fornace No Expo
> Comitato del Turchino
> Via Murat
> Via Giuffrè
PS: alcuni dati se non siete convinti
*circa 5mila case Aler vuote. A questo dato la dirigenza risponde che sono inagibili e in ristrutturazione, peccato che Aler rompa i sanitari per non far occupare le case da chi è in emergenza.
*circa 80mila alloggi privati lasciati sfitti dai palazzinari vari per far crescere il prezzo del mattone.
*circa 10 sfratti al giorno. Il 90% degli sfratti avviene per morosità: in poche parole, famiglie che non riescono più a sostenere affitti alle stelle.
*circa 100 sgomberi in programma al mese per gli occupanti per necessità, che avvengono regolarmente senza alcun preavviso.
*agli sgomberati non viene offerta alcuna sistemazione se non la comunità, dove vengono separati gli uomini dalle donne (quindi i figli dai genitori), dove non si può restare oltre la data concordata, e da cui soprattutto non si arriva a soluzioni definitive: la strada rimarrà la prospettiva.
*le case famiglia sono tutte piene, e senza soldi.
*gli articoli 15 per emergenza abitativa in deroga ai requisiti attualmente sono fermi. Chi ha fatto la domanda, non avrà risposta.
fonte: http://lombardia.indymedia.org/node/36528